FOCUS

FOCUS

In questo periodo mi ritrovo sovente a pensare a questo termine e quello che esprime, oltre ad essere il nome della famosa rivista di “tuttologia” è uno dei termini anglosassoni più utilizzati negli ambiti in cui, oltre che volontà, vi sia anche metodo per raggiungere gli obiettivi prefissati.

Nel mio attuale lavoro è lo “slogan” quotidiano per mantenere la rotta definita in azienda, nella mia vita privata ne vedo purtroppo carenza in alcune persone  che per questo stanno lasciando che il tempo passi senza agire realmente per raggiungere una condizione che possa essere realmente soddisfacente.

Focalizzare non significa semplicemente scegliere un punto da raggiungere e poi non distogliere l’attenzione da esso fino a quando non si è alla meta, prima di perseguire il raggiungimento di un obiettivo è essenziale definirlo con cura, questa pur essendo la parte più importante di tutto il processo sovente è la più trascurata e/o svolta senza la giusta attenzione ed impegno.

Prendo ad esempio un obiettivo che è sentito da molti di coloro che leggeranno questo articolo, chi per questioni di attinenza al proprio lavoro e chi semplicemente per necessità personale:

“Voglio dimagrire!”

Sentenziare il proprio proposito non basta, a questo dovrebbe seguire “di quanto” ed “in quanto tempo” , ma soprattutto dovrebbe precedere “perche??” 

Riuscire a definire il reale obbiettivo e non focalizzarsi sul mezzo per raggiungerlo e la chiave per creare un giusto percorso che sia in reale sintonia con ciò di cui si sente la necessità.

Nel caso della ricerca della riduzione di grasso corporeo nella maggior parte dei casi definire quale sia la vera necessità è abbastanza semplice, non si rientra in un dato canone estetico che ci poniamo o che ci viene posto come “giusto” e quindi si vive la paura di non piacere o non piacere a sufficienza (per molte persone la necessità non è solo rientrare nel canone estetico ma rappresentarlo al suo apice per dimostrare di essere meglio degli altri).

Rivolgendomi ai colleghi che operano quotidianamente in palestra o nel proprio studio personal training, quante volte vi è capitato di sentirvi dire cose del tipo “ vorrei dimagrire un po’ nei punti giusti e tonificare, io in realtà sto bene anche così, vorrei giusto migliorare un pochino” …cazzata… tu non stai bene “anche così” , vorresti essere diverso/a da come sei e per questo provi disagio, hai un idea chiara di cosa desideri ma non lo esprimi con sincerità per paura di scoprire/dimostrare la tua vanità in quanto questa ti toglierebbe “spessore” come persona, p.s. se quanto ho appena scritto ti infastidisce  sappi che molto probabilmente fai esattamente parte di questa categoria.

Tornando alla focalizzazione , gli step da seguire dovrebbero essere:

  • Prendi coscienza/ammetti la tua reale necessità, scrivilo su carta
  • Leggi ciò che hai scritto con sincerità e con la stessa genuinità valuta se è più importante/sano cercare di soddisfare la tua esigenza oppure eliminarla intraprendendo un percorso che ti porti alla radice di essa.
  • Agisci subito, non domani ma adesso, prepara il tuo piano d’azione scrivendolo su di un foglio

 

  1. La mia priorità è riuscire a……… (cosa ed in quanto tempo)
  2. Per riuscire a ……. devo raggiungere l’obbiettivo/gli obbiettivi di ………(cosa ed in quanto tempo)
  3. Per raggiungere il mio primo obbiettivo devo……. qui va descritta la lista delle azione da svolgere in sequenza nel brevissimo periodo

A questo punto e solo a questo punto entra in gioco il mantenersi focalizzati sui processi necessari a raggiungere l’obbiettivo/obbiettivi che porteranno ad essere/avere ciò che si desidera, rimanendo sempre in sintonia con se stessi.

 

 

IGOR CASTIGLIA 

Esperto del mondo del Fitness e del Personal Training, co-fondatore di Funzioni In Azione.

2019-04-30T19:11:50+00:00Approfondimento|