ALTITUDE TRAINING MASK

//ALTITUDE TRAINING MASK

ALTITUDE TRAINING MASK

Articolo dei ragazzi di La Scienza in Palestra

Da qualche anno si vedono molti atleti allenarsi con la Elevation Training Mask chiamata anche Altitude Mask. Ma funziona?

Da qualche anno si vedono molti atleti allenarsi con la Elevation Training Mask chiamata anche Altitude Mask, soprattutto nei pugili/MMA o atleti che svolgono discipline che richiedono resistenza allo sforzo (sci di fondo, runner o ciclisti). Da quanto dicono i costruttori del prodotto, questo aiuterebbe ad aiutare la resistenza polmonare, ponendo l’atleta in una condizione di carenza d’ossigeno, incrementando la stiffness dei muscoli inspiratori come il diaframma. L’afflusso d’aria è regolato dei filtri posti nella parte anteriore. Più semplicemente la maschera aiuterebbe gli atleti a mimare una condizione di training ad alta quota (se ci pensate molti atleti prima di una gara si allenano in montagna per aumentare i globuli rossi e migliorare l’ossigenazione e le prestazioni muscolari). Si potrebbe dire che le maschere possono agire sull’afflusso dell’aria, ma non sulla pressione atmosferica, e per tanto qualche effetto sulla ventilazione polmonare polmonare lo si ha, come mostrano gli studi.

Negli atleti che svolgono sport di endurance non sono cosi evidenti questi effetti. Molti studi sostengono come per ottenere degli adattamenti fisiologici in condizioni di ossigeno ridotto, avvengono soltanto dopo un certo periodo di adeguamento (si parla di settimane). Dato che la maschera viene utilizzata soltanto 1h al massimo, si capisce subito che non è sufficiente come tempo di esposizione per modificare il metabolismo.

Per questo motivo si può dire che:

  • Non agisce sulla pressione,
  • Non aumenta l’altitudine,
  • Non diminuisce la percentuali di ossigeno,
  • Non sintetizza l’EPO e neanche l’ematocrito.

Quindi l’Altitude Training Mask è da utilizzare?

(Photo credit should read LIONEL BONAVENTURE/AFP/Getty Images)

Per svolgere lavori inerenti alla forza o ipertrofia, in palestra, non ci sono evidenze che certifichino l’efficacia, mentre per sport come apnea profonda e alpinismo ad alte quote, grazie agli effetti sui muscoli respiratori come diaframma, intercostali, parasternali e addominali, ha delle evidenze, seppur deboli. Di conseguenza, consigliamo l’utilizzo dell’”Altitude Mask” solamente in questo tipo di sport.

 

Leggi l’articolo sul Core Training
2018-12-19T17:49:56+00:00 19 dicembre 2018|Approfondimento|